Lo stallo politico preoccupa l’Europa. Dopo il Direttore Generale del FMI Lagarde è stata la volta del Commissario UE Moscovici, che è intervenuto per richiamare l’Italia sui contri pubblici, e sulla sostenibilità del debito pubblico.